Codice Ateco per Videomaker: scegli quello giusto

di Michele Aquilino
33 visualizzazioni
codice ateco per videomaker

Le riprese video sono la tua passione e vuoi che questa diventi la tua attività lavorativa? Vuoi dedicarti ad una professione che offre numerose opportunità di lavoro? Non sai qual è il Codice Ateco giusto per lavorare come Videomaker? Scopri in pochi minuti come impostare in modo corretto la tua Partita Iva da Videomaker!

La figura del Videomaker è indubbiamente tra le più ricercate nel mondo del lavoro. Cerimonie, eventi, moda, pubblicità, social, servizi per imprese e privati. Sono tanti gli ambiti in cui può essere necessario il ricorso ad un Videomaker. Dunque, se la riprese sono la tua passione e ti destreggi con maestria tra primi piani, giochi di luce e – perché no – riprese con il drone, non resta che cogliere al volo tutte le opportunità riservate da questa professione! Per far questo dovrai prima procedere all’apertura della tua Partita Iva. Vuoi sapere qual è il Codice Ateco giusto per avviare la tua attività da Videomaker? Niente paura! Scopriamolo insieme…

Per lavorare come Videomaker non è richiesto il possesso di alcun tipo di certificato, licenza o abilitazione professionale. Tutto ciò di cui dovrai preoccuparti è scegliere come impostare la tua attività lavorativa.

Se il tuo intento è quello di avere una struttura di lavoro snella, basata principalmente sulle tue capacità e sul ricorso ad una reflex, la figura che fa per te è quella del Videomaker freelance, inquadrato dunque come libero professionista. In questo caso i passi da compiere sono:

Se al contrario intendi svolgere la tua attività in modo più articolato, utilizzando a tal fine un locale in cui realizzare shooting, oppure impiegando del personale dipendente, il tuo modello è quello dello Studio Fotografico, inquadrato come una vera e propria impresa. In questo caso dovrai inviare la ComUnica alla Camera di Commercio. Questo adempimento ti permette di comunicare contemporaneamente l’inizio della tua attività a:

  • Registro Imprese;
  • Albo Artigiani;
  • INPS (con iscrizione alla Gestione Artigiani e Commercianti);
  • Agenzia delle Entrate (che ti assegnerà il numero di Partita Iva)
  • INAIL.

Leggi di più: Apertura Partita Iva da Videomaker freelance

codice ateco per videomaker

Qual è il Codice Ateco giusto per lavorare come Videomaker?

Il Codice Ateco corretto per lavorare come Videomaker, a prescindere dal fatto che tu sia un freelance o il titolare di uno studio fotografico, è:

  • 74.20.19Altre attività di riprese fotografiche

Questo Codice Ateco ti permette di svolgere tutte le attività riconducibili alla figura del Videomaker, tra cui ad esempio:

  • servizi per matrimoni ed altre cerimonie;
  • servizi di moda;
  • videoregistrazione di eventi;
  • servizi per promozione turistica o immobiliare.

Leggi di più: Gestione Separata INPS Aliquote 2020

Vi sono inoltre altri Codici Ateco attinenti alle attività delle videoriprese, ma questi sono riservati ad alcuni tipi di lavorazioni specifiche. Essi sono:

  • 59.12.00Attività di post-produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi
  • 90.02.09Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche

Attenzione! In base al tipo di attività dichiarata, potrebbe essere necessario iscriversi alla Gestione previdenziale ex Enpals, riservata agli operatori dello spettacolo, invece che alla Gestione Separata INPS. Ti consiglio, in quest’ottica, di confrontarti con un Commercialista esperto nella materia per essere certo di effettuare l’inquadramento più corretto per te.

Leggi di più: Contributi INPS Artigiani 2020: quanto costano?

Coefficiente di redditività per Videomaker in Regime Forfettario

Se intendi lavorare come Videomaker, non perdere l’occasione di godere dei vantaggi del Regime Forfettario. Il coefficiente di redditività previsto per il Codice Ateco da Videomaker è pari al 78%. Cosa vuol dire? Che applicando questa percentuale al tuo fatturato totale ottieni il reddito su cui calcolare tasse e contributi. Per avere una idea più precisa di come stimare le tasse e i contributi derivanti dal tuo fatturato, ti consiglio di leggere l’articolo del blog Regime Forfettario e Coefficienti di Redditività. Puoi trovare invece un foglio di calcolo semplicissimo e rapido da utilizzare al link in basso. Questo ti aiuterà a capire meglio cosa succede ai tuoi compensi. Noterai come il carico fiscale è molto ridotto con il Regime Forfettario!

Calcolo Tasse Regime Forfettario: CALCOLA CON ESATTEZZA LE TASSE IN 5 MINUTI!

Ricorda invece che se vuoi aprire e gestire online la tua Partita Iva, non devi fare altro che candidarti sul nostro sito per trovare un Commercialista online dedicato ed esperto sul tuo caso!

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più