Saldo IVA 2020: versamento entro il 16 marzo

di Antonella Salzarulo
saldo iva 2020

Il prossimo 16 marzo deve essere effettuato il versamento del saldo IVA 2020 risultante dal Modello IVA 2021. Possibilità di pagare in un’unica soluzione o fino a nove rate di pari importo. Leggi l’articolo per saperne di più.

Il saldo IVA 2020 dovuto in base alla dichiarazione IVA annuale deve essere versato entro il 16 marzo. Per effettuare il versamento il contribuente può:

  • versare l’intero importo dovuto entro la scadenza;
  • rateizzare il debito.

Saldo IVA 2020: come rateizzare il debito

Come già accennato, il saldo IVA rinveniente dalla dichiarazione IVA annuale è rateizzabile in massimo 9 rate di pari importo di cui:

  • la prima deve essere versata entro il 16 marzo;
  • quelle successive devono essere versate entro il giorno 16 dei mesi successivi (16 aprile, 16 maggio, e così via fino ad arrivare al 16 novembre).

Ovviamente sull’importo delle rate successive alla prima è dovuto l’interesse fisso di rateizzazione che è pari allo 0,33% mensile. In sostanza, la seconda rata deve essere aumentata dello 0,33%, la terza rata dell’0,66%, la quarta dell’0,99% e così via.

Leggi di più: Dichiarativi 2021: pubblicate le bozze di modelli e istruzioni

Altre modalità di rateazione

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono indicate tutte le modalità per effettuare il versamento dell’IVA annuale. In particolare, il contribuente può scegliere tra:

  • il versamento in un’unica soluzione entro il 16 marzo;
  • la rateizzazione, maggiorando dello 0,33% mensile l’importo di ogni rata successiva alla prima;
  • versare sempre in un’unica soluzione entro la scadenza per i versamenti delle imposte sui redditi con la maggiorazione dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese successivi;
  • rateizzare dalla data di pagamento delle somme dovute in base al modello Redditi, maggiorando dapprima l’importo da versare con lo 0,40% per ogni mese o frazione di mese successivi al 16 marzo e quindi aumentando dello 0,33% mensile l’importo di ogni rata successiva alla prima.

Come effettuare il versamento

Il versamento del saldo IVA va effettuato utilizzando il modello F24, da trasmettere telematicamente, utilizzando il codice tributo 6099 – “Iva  annuale saldo“. Inoltre nella sezione:

  • rateazione/regione/ prov./mese rif.“: indicare il numero della rata corrispondente e il numero totale di rate. Esempio: nel caso in cui si opti per il numero massimo di rate (9) bisognerà indicare “01/09” per la prima rata, “02/09” per la seconda, e così via;
  • anno di riferimento“: indicare l’anno 2020.

Per quanto riguarda gli interessi da rateizzazione, il relativo importo va indicato con il codice tributo “1668”.

Leggi di più: Aliquote IVA 2021: le tabelle complete attualmente in vigore

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più