Pagare F24 online: ecco come fare

di Antonella Salzarulo

Forse sai già che è possibile pagare F24 online utilizzando il servizio internet banking direttamente da casa tua. Ma sapevi che è possibile pagare F24 direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate risparmiando anche le spese di versamento bancarie o postali? Ecco una breve guida.

Il modello F24 è uno strumento con il quale tutti i contribuenti, titolari e non titolari di partita Iva, possono versare tributi, contributi e premi. Le modalità per il pagamento degli F24 sono diverse. In questo articolo analizzeremo come pagare F24 online, direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate senza spese aggiuntive.

Leggi di più: Contributi INPS Commercianti 2022: importo e minimali

Pagare F24 online: le modalità

Innanzitutto bisogna fare una distinzione tra contribuenti:

  • non titolari di partita iva;
  • titolari di partita iva.

Contribuenti non titolari di partita iva

I contribuenti non titolari di partita Iva non sono obbligati al pagamento in via telematica, ma possono decidere comunque di avvalersi di questa possibilità. Ad ogni modo, possono presentare il modello F24 in forma cartacea presso:

  • qualsiasi sportello degli agenti della riscossione;
  • una banca;
  • un ufficio postale.

Il versamento può essere effettuato in contanti o in alternativa, presso:

  • le banche con assegni bancari e circolari;
  • gli agenti della riscossione con assegni bancari e circolari e/o vaglia cambiari;
  • gli sportelli bancari e degli agenti della riscossione dotati di terminali elettronici idonei tramite carta Pagobancomat;
  • gli uffici postali con assegni postali, assegni bancari su piazza, assegni circolari, vaglia postali, o carta Postamat.

Contribuenti titolari di partita Iva

I titolari di partita Iva invece, hanno l’obbligo di presentare il modello F24 esclusivamente con modalità telematiche. In particolare i versamenti possono essere effettuati:

  • direttamente:
    • mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate;
    • mediante i servizi di internet banking messi a disposizione dagli intermediari della riscossione convenzionati con l’Agenzia (banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione, prestatori di servizi di pagamento);
  • tramite gli intermediari (Caf, commercialisti, ecc.).

Attenzione! Resta fermo, per tutti i contribuenti, l’obbligo di presentare il modello F24 “a saldo zero” esclusivamente attraverso i servizi telematici resi disponibili dall’Agenzia delle entrate.

Pagare F24 online tramite i servizi di AdE: guida completa

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione di tutti i contribuenti il servizio “F24 Web“. Questo è un servizio totalmente gratuito e permette quindi di risparmiare sulle spese di versamento bancarie e postali legate al pagamento degli F24.
Il pagamento viene effettuato tramite un “ordine di addebito” a beneficio dell’Agenzia sul conto corrente bancario o postale del contribuente.
I termini di versamento sono uguali a quelli previsti per i pagamenti effettuati con i mezzi tradizionali, con il vantaggio che l’addebito effettivo sul conto corrente è eseguito alla data di scadenza del versamento indicata dal contribuente, anche se la richiesta di pagamento viene trasmessa in anticipo.
Inoltre, in caso di errore è possibile richiedere l’annullamento dell’F24.

Ma quali sono i passaggi da seguire per addebitare un F24 online tramite i servizi di Agenzia delle Entrate? Semplice! Ti basterà seguire questi pochi passaggi:

  • accedi al sito di AdE mediante SPID, CIE, CNS o credenziali Fisconline;
  • nella sezione “Servizi” clicca sulla voce “Pagamenti” e quindi “Pagamenti F24“;
  • a questo punto inizia la compilazione del modello F24 scegliendo tra
    • F24 in area di lavoro – Standard
    • nuovo modello F24 Standard
    • nuovo modello F24 Accise
    • nuovo modello F24 Versamenti con elementi identificativi (ELIDE)
    • nuovo modello F24 Standard per pagamento con crediti commerciali ex art. 28-quinquies DPR 602/73.

A questo punto ti basterà compilare i campi richiesti facendo particolare attenzione ai codici tributo che dovrai utilizzare per effettuare il pagamento, validare l’F24 correttamente compilato ed inserire l’IBAN sul quale verrà effettuato l’addebito.

Leggi di più: SPID, CIE e CNS: cosa succede dal 1 marzo 2021

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più