Decreto Rilancio e Startup Innovative: tutte le misure

di Michele Aquilino
454 visualizzazioni
decreto rilancio e startup innovative

Il Decreto Rilancio a sostegno delle Startup e delle PMI Innovative. Nuovi fondi in arrivo con diverse finalità. Vediamo di quali importi si tratta e come sarà possibile beneficiarne. Potenziato anche il Fondo per il trasferimento tecnologico.

Qualcuno potrebbe dire che mai come in un momento di difficoltà, l’innovazione potrebbe essere un’ancora di salvezza. Ciò deve essere quanto ha pensato anche il Governo Conte. Nel Decreto Rilancio, infatti, sono comparse interessanti novità per sostenere l’ecosistema delle PMI e delle Startup Innovative. Messi a disposizione fondi per oltre 1 miliardo di euro. Le relative misure sono varie e numerose. Vediamo in sintesi quali sono le nuove opportunità per le imprese innovative in Italia.

Leggi di più: Decreto Rilancio in Gazzetta Ufficiale: scarica il PDF

Le nuove misure per le Startup Innovative nel Decreto Rilancio

Ecco un riepilogo delle varie misure previste a favore di Startup e PMI Innovative:

  • potenziamento del programma Smart&Start del Ministero dello Sviluppo Economico;
  • contributi a fondo perduto per acquisto di servizi qualificati;
  • potenziamento del Fondo di sostegno al venture capital;
  • proroga della permanenza nella sezione speciale del Registro Imprese;
  • potenziamento del Fondo di garanzia per l’accesso al credito;
  • maggiori incentivi agli investimenti privati in Startup e PMI Innovative;
  • facilitazioni ad investitori stranieri;
  • sostegno all’industria dell’intrattenimento digitale (videogames);
  • istituzione del Fondo per il trasferimento tecnologico.

Vediamo dunque in cosa consistono queste misure.

Potenziamento del programma Smart&Start

Una prima misura interessante riguarda il programma Smart&Start. Stiamo parlando di un’iniziativa del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede investimenti fra i 100.000 euro e 1.500.000 euro, finanziati a tasso zero per il 70%. Il Decreto Rilancio aggiunge 100 milioni di euro per aumentare le attività finanziabili per le Startup Innovative che abbiano i requisiti previsti.

Contributi a fondo perduto per le Startup Innovative nel Decreto Rilancio

Il Governo mette sul piatto anche 10 milioni a fondo perduto, dunque senza obbligo di restituzione da parte dei beneficiari. Tali somme potranno essere utilizzate solo per particolari tipologie di investimento, in particolare per acquistare servizi prestati da:

  • incubatori;
  • acceleratori;
  • innovation hub;
  • business angels;
  • altri soggetti pubblici o privati operanti per lo sviluppo di imprese innovative.

Non dimentichiamo tuttavia che anche le Startup e le PMI Innovative possono beneficiare dei contributi a fondo perduto introdotti dal Decreto Rilancio per tutte le imprese, anche non innovative, che siano in possesso degli specifici requisiti previsti.

Leggi di più: Contributi a fondo perduto nel Decreto Rilancio

Fondo di sostegno al venture capital

Anche il Fondo di sostegno al venture capital viene potenziato. Il Decreto Rilancio prevede altri 200 milioni di euro in dotazione al Fondo. La sua finalità è quella di sostenere investimenti nel capitale, anche tramite:

  • strumenti finanziari partecipativi;
  • erogazione di finanziamenti agevolati;
  • sottoscrizione di obbligazioni convertibili;
  • altri strumenti finanziari di debito che prevedano la possibilità del rimborso dell’apporto effettuato.
Permanenza nella sezione speciale del Registro Imprese

Nel tentativo di non penalizzare le Startup e le PMI innovative che potrebbero risentire degli effetti della crisi in questo periodo particolare, viene prorogata di 12 mesi la permanenza nella sezione speciale del Registro Imprese. Il testo del Decreto Rilancio, tuttavia, specifica che la proroga:

  • rileva ai fini dei termini di decadenza per l’accesso o per la revoca di incentivi pubblici;
  • non rileva ai fini delle agevolazioni fiscali e contributive.

Leggi di più: Bonus Aprile e Maggio 2020: beneficiari e importi

Fondo di garanzia per le Startup Innovative potenziato nel Decreto Rilancio

Altre risorse vengono messe a disposizione del Fondo di garanzia per le Startup Innovative. Il Fondo, che presta garanzie alle Startup e PMI innovative fino all’80% per finanziamenti di importo fino a 2,5 milioni di euro, gode di 200 milioni in più a seguito della pubblicazione del Decreto Rilancio.

Maggiori incentivi agli investimenti

Le agevolazioni a beneficio degli investimenti privati nelle Startup Innovative vengono ampliate. Sale infatti al 50% la quota detraibile rispetto al totale dell’investimento realizzato. L’investimento:

  • può essere ripartito fra più Startup;
  • gode di un ammontare massimo detraibile di 100.000 euro annui;
  • deve essere mantenuto per 3 anni (pena la restituzione delle detrazioni già godute).
Misure per gli investimenti stranieri

Agevolati anche gli investimenti da parte di soggetti esteri. Scende infatti da 500.000 euro a 250.000 euro l’importo minimo dell’investimento in Startup Innovative per poter godere di un periodo di soggiorno in Italia superiore a 3 mesi.

Sottolineiamo che il beneficio riguarda anche gli investimenti in società diverse dalle Startup innovative. In tali casi, infatti, l’investimento minimo per godere di questa agevolazione scende da 1 milione a 500.000 euro.

Leggi di più: Startup Innovative, agevolazioni e incentivi fiscali

Sostegno all’industria dell’intrattenimento digitale

Un settore particolarmente interessato dalle misure del Decreto Rilancio risulta quello dell’intrattenimento digitale. Stiamo parlando di fatto dell’industria dei videogames. A tal fine è prevista l’istituzione del First Playable Fund, con una dotazione di 4 milioni di euro. Il fondo finanzierà a fondo perduto il 50% delle spese ammissibili legate alla realizzazione di prototipi, su un finanziamento complessivo compreso fra i 10.000 e i 200.000 euro per ogni prototipo.

Un prossimo Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico chiarirà le modalità di accesso e di utilizzo dell’agevolazione.

Fondo per il trasferimento tecnologico

L’ultima fra le tante misure rivolte alle imprese tecnologiche nel Decreto Rilancio riguarda l’istituzione di un Fondo per il trasferimento tecnologico. Il Fondo, che avrà una dotazione di 500 milioni di euro, nasce con l’obiettivo di promuovere iniziative e investimenti utili a valorizzare e utilizzare i risultati delle attività di ricerca delle imprese italiane, in particolare delle Startup Innovative.

Le iniziative del Fondo avranno ad oggetto attività di progettazione, coordinamento, promozione, stimolo alla ricerca e sviluppo attraverso l’offerta di:

  • soluzioni tecnologicamente avanzate;
  • processi o prodotti innovativi;
  • attività di rafforzamento delle strutture e diffusione dei risultati della ricerca;
  • consulenze tecnico-scientifiche e formazione;
  • attività di supporto alla crescita di Startup e PMI innovative ad alto potenziale innovativo.

Leggi di più: Rimborso commissioni POS per le Partite IVA

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più