Contributo a fondo perduto DL Sostegni: come fare domanda

di Francesco Aquilino
contributo a fondo perduto DL Sostegni

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello e le istruzioni per richiedere il contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni. Domande a partire dal 30 marzo 2021. Scarica il modello ufficiale in formato pdf.

Pubblicati il modello e le istruzioni per richiedere il nuovo contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni. L’Agenzia delle Entrate ha infatti annunciato con un Comunicato stampa del 23 marzo 2021 l’approvazione della modulistica ufficiale. Domande telematiche a partire dal 30 marzo 2021 e fino al 28 maggio 2021. Scopri nel dettaglio come presentare la domanda e scarica modello e istruzioni in formato PDF.

Leggi di più: Decreto Sostegni: la sintesi delle principali misure

Contributo a fondo perduto DL Sostegni: i requisiti di accesso

Il contributo è riconosciuto ai titolari di partita Iva (imprese, professionisti, enti non commerciali e del terzo settore) che:

  • nel 2019 hanno conseguito ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro;
  • hanno registrato una riduzione pari ad almeno il 30% dell’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2020 rispetto a quello del 2019.

Il contributo spetta a prescindere dal secondo requisito (calo del fatturato) a chi ha aperto la partita Iva a partire dal 1° gennaio 2019 . Sono invece esclusi:

  • i soggetti che hanno cessato l’attività entro il 23 marzo 2021;
  • i soggetti che hanno attivato la partita Iva a partire dal 24 marzo 2021;
  • gli enti pubblici;
  • gli intermediari finanziari e le società di partecipazione.

Come si calcola l’ammontare del contributo

L’ammontare si calcola applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi 2020 e l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi 2019. In particolare, tale percentuale è pari al:

  • 60% per i soggetti con ricavi e compensi non superiori a 100.000 euro;
  • 50% per i soggetti con ricavi o compensi da 100.000 a 400.000 euro;
  • 40% per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 400.000 euro e fino a 1.000.000 di euro;
  • 30% per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 1.000.000 e fino a 5.000.000 di euro;
  • 20% per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 5.000.000 e fino a 10.000.000 di euro.

L’importo in ogni caso non è mai inferiore a 1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 per gli altri soggetti. La soglia massima del contributo è invece pari a 150.000 euro.

Come specificato dall’Agenzia delle Entrate, il contributo a fondo perduto è escluso da tassazione sia per quanto riguarda le imposte sui redditi sia per l’Irap e non incide sul calcolo del rapporto per la deducibilità delle spese e degli altri componenti negativi di reddito, compresi gli interessi passivi.

Contributo a fondo perduto DL Sostegni: come presentare la domanda

Le domande devono essere trasmesse esclusivamente in via telematica a partire dal 30 marzo 2021 e fino al 28 maggio 2021. L’invio può essere effettuato:

  • tramite i canali telematici dell’Agenzia (desktop telematico);
  • mediante la piattaforma web disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate.

La domanda può essere presentata direttamente dall’avente diritto o da un intermediario delegato al servizio “Cassetto fiscale” o al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”.

Sono due le alternative per fruire del contributo:

  • erogazione diretta su conto corrente intestato al beneficiario;
  • credito di imposta da compensare in F24.

Il contenuto della domanda

La domanda per ottenere il contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni si compone delle seguenti sezioni:

  • dati del soggetto richiedente;
  • rappresentante firmatario dell’istanza (per soggetti diversi da persona fisica, per minori o per interdetti);
  • requisiti, in cui:
    • dichiarare di essere soggetto diverso da pubbliche amministrazioni, istituti finanziari e assicurativi;
    • indicare la propria fascia di appartenenza in termini di ricavi/compensi conseguiti nel 2019;
    • indicare l’importo medio mensile del fatturato e dei corrispettivi per il 2019 e per il 2020;
    • dichiarare se si è un soggetto che ha attivato la partita IVA dopo il 31/12/2018.
  • modalità di fruizione del contributo, in cui scegliere tra accredito in conto corrente o fruizione tramite credito d’imposta;
  • IBAN, in cui indicare gli estremi del conto corrente intestato al richiedente;
  • rinuncia al contributo (anche per la rinuncia si effettua l’invio tramite la medesima procedura);
  • sottoscrizione;
  • impegno alla presentazione telematica.
contributo a fondo perduto DL Sostegni

Scarica modello e istruzioni in formato PDF

Leggi di più: Decreto Sostegni in Gazzetta Ufficiale: scarica il PDF

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più