Scadenze fiscali Dicembre 2020: il calendario aggiornato

di Michele Aquilino
240 visualizzazioni
scadenze fiscali dicembre 2020

Tutte le scadenze fiscali e previdenziali per dicembre 2020. IVA, IRPEF, IRAP, contributi INPS e non solo: ecco come è cambiato il calendario fiscale anche alla luce degli ultimi decreti.

I tanti provvedimenti dovuti all’emergenza Covid hanno ridisegnato il calendario fiscale del 2020. Tanti i rinvii, le sospensioni, le proroghe: stare dietro a tutte le modifiche non è certamente semplice. Anche il mese di dicembre 2020 si preannuncia ricco di scadenze fiscali. Vediamo dunque nel dettaglio tutti gli appuntamenti fiscali e contributivi che ci aspettano nel mese di Dicembre.

Leggi di più: Seconda rata IMU 2020 cancellata nel Decreto Ristori

Il calendario delle scadenze fiscali di Dicembre 2020

Ecco il dettaglio delle scadenze fiscali di dicembre 2020, comprensive di adempimenti e versamenti, accorpati giorno per giorno.

Giovedì 10 Dicembre

Il 10 dicembre è diventato uno fra gli appuntamenti principali del mese in virtù delle proroghe disposte dal Decreto Ristori Quater. Vediamo il dettaglio delle scadenze previste:

  • IRPEF: invio telematico del Modello Redditi 2020; per le persone fisiche titolari di Partita IVA, versamento della seconda o unica rata di acconto dell’IRPEF dovuta per l’anno in corso*; trasmissione in via telematica all’Agenzia delle Entrate delle dichiarazioni dei sostituti d’imposta (modelli 770/2020);
  • IRES: per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, invio telematico del Modello Redditi 2020; per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, versamento della seconda o unica rata di acconto dell’IRES (e di eventuali addizionali o maggiorazioni) dovuta per l’anno in corso*;
  • IRAP: per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, invio telematico della dichiarazione 2020; versamento della seconda o unica rata di acconto dell’IRAP dovuta per l’anno in corso*;
  • Regime Forfettario: invio telematico del Modello Redditi 2020; versamento della seconda o unica rata di acconto dell’imposta sostitutiva dovuta per l’anno in corso*;
  • Cedolare Secca: versamento della seconda o unica rata di acconto dovuta per l’anno in corso, per i soggetti titolari di Partita IVA*;
  • INPS Gestione Separata: versamento del secondo acconto dei contributi dovuti per l’anno in corso, pari al 40% dei contributi dovuti (aliquota 24% o 25,72%) calcolati sul reddito di lavoro autonomo dichiarato per l’anno precedente, nei limiti del previsto massimale°;
  • INPS Artigiani e Commercianti: versamento del secondo acconto dei contributi dovuti per l’anno in corso, calcolati sul reddito d’impresa dichiarato per l’anno precedente, eccedente il minimale di reddito per l’anno in corso, nei limiti del previsto massimale°;
  • Rottamazione-ter: versamento delle rate scadute nell’anno 2020;
  • Saldo e stralcio: versamento delle rate scadute nell’anno 2020.

*tranne che per i soggetti che beneficiano della ulteriore proroga prevista dal Decreto Agosto o dal Decreto Ristori Quater

Domenica 13 Dicembre

Il 13 dicembre, ai fini del Prelievo Unico Erariale (PREU), per i concessionari titolari delle autorizzazioni per gli apparecchi da gioco di cui all’art. 110 co. 6 del TULPS, collegati alla rete telematica, è previsto il secondo versamento per il periodo contabile novembre-dicembre, pari al 25% del tributo dovuto per il periodo contabile luglio-agosto.

Leggi di più: Decreto Ristori Quater in Gazzetta Ufficiale: tutte le novità

scadenze fiscali dicembre 2020

Mercoledì 16 Dicembre

  • IRPEF: versamento delle ritenute alla fonte operate nel mese di novembre sui redditi di lavoro dipendente, redditi di lavoro autonomo, sulle provvigioni e sui redditi diversi ex art. 67 co. 1 lett. l) del TUIR (prestazioni occasionali)**;
  • IMU: termine per il versamento del saldo dell’IMU dovuta per l’anno 2020 (salvo eventuali conguagli successivi dovuti alla proroga concessa ai Comuni per determinare le aliquote definitive);
  • Contributi INPS Dipendenti: versamento, da parte dei datori di lavoro, dei contributi relativi al mese di novembre;
  • IVA: per i soggetti con partita IVA in regime mensile, liquidazione dell’IVA relativa al mese precedente e versamento dell’IVA a debito**.

**salvo i casi di rinvio disposti dal Decreto Ristori quater

Lunedì 28 Dicembre

Ai fini IVA, la classica scadenza del 27 dicembre (che cade di domenica) viene slittata al giorno successivo. Lunedì 28 dicembre scadono i seguenti adempimenti:

  • versamento dell’acconto IVA per l’anno 2020;
  • presentazione telematica dei modelli INTRASTAT relativi al mese di novembre.

Per quanto riguarda invece il PREU, i concessionari titolari delle autorizzazioni per gli apparecchi da gioco di cui all’art. 110 co. 6 del TULPS, collegati alla rete telematica, effettuano il terzo versamento per il periodo contabile novembre-dicembre, pari al 25% del tributo dovuto per il periodo contabile luglio-agosto.

Leggi di più: Costi per auto aziendali non sempre deducibili

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più