Modello 770 2021: invio entro il 2 novembre

di Francesco Aquilino
modello 770 2021

Si avvicina la scadenza per l’invio del modello 770 2021. La dichiarazione dei sostituti d’imposta deve essere presentata entro il 2 novembre 2021. Scopri le modalità di invio e quali sono i soggetti obbligati.

Scade il 2 novembre 2021 il termine per l’invio del Modello 770 2021. Ciò in quanto la normale scadenza, fissata al 31 ottobre 2021, cade di domenica. Il Modello 770 è conosciuto anche come “Dichiarazione dei sostituti d’imposta e degli intermediari“. Esso consente di comunicare i dati relativi alle ritenute:

  • di natura fiscale su redditi di lavoro dipendente o autonomo, provvigioni e redditi diversi operate nel 2020 anche con i relativi versamenti, le eventuali compensazioni effettuate, il riepilogo dei crediti e gli altri dati contributivi ed assicurativi richiesti;
  • operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale erogati nell’anno 2019 od operazioni di natura finanziaria effettuate nello stesso periodo, anche con i relativi versamenti e le eventuali compensazioni operate ed i crediti d’imposta utilizzati;
  • applicate dagli intermediari immobiliari sui canoni e i corrispettivi nelle locazioni brevi.

Scopriamo quindi nel dettaglio quali sono i soggetti obbligati alla presentazione del Modello 770 2021, la sua composizione e le modalità di presentazione.

Leggi di più: Scadenze fiscali Ottobre 2021: il calendario aggiornato

Modello 770 2021: i soggetti obbligati alla presentazione

Sono obbligati alla presentazione del Modello 770 tutti i soggetti che nel corso del 2020 hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenute alla fonte. Dal punto di vista soggettivo, essi possono essere:

  • società di capitali, società di persone, società di armamento, società di fatto o irregolari, società e associazioni professionali;
  • enti commerciali pubblici o privati, enti non commerciali di natura pubblica;
  • associazioni non riconosciute, consorzi e aziende speciali;
  • trust;
  • condomìni;
  • aziende coniugali;
  • GEIE;
  • persone fisiche che esercitano attività di impresa, arti o professioni;
  • amministrazioni dello Stato;
  • curatori fallimentari e commissari liquidatori.

Oltre ai soggetti che operano ritenute alla fonte, devono presentare il Modello 770 anche i soggetti che:

  • hanno applicato l’imposta sostitutiva su interessi, premi e frutti di obbligazioni, titoli e dividendi;
  • sono tenuti a comunicare le cessioni e le altre operazioni che possono generare redditi in cui sono intervenuti come intermediari;
  • sono rappresentanti fiscali di un soggetto non residente.

La composizione del Modello 770 2021

Il Modello 770 2021 è composto da numerosi quadri. Infatti, oltre al frontespizio, troviamo i quadri:

  • SF, relativo ai redditi di capitale, compensi per avviamento commerciale, contributi pubblici;
  • SG, relativo alle somme derivanti da assicurazione sulla vita, prestazioni pensionistiche e rendite vitalizie;
  • SH, relativo ai redditi di capitale, premi e vincite;
  • SI, relativo al riepilogo degli utili e dei proventi equiparati pagati nell’anno 2019;
  • SK, relativo alla comunicazione degli utili ed altri proventi equiparati corrisposti da soggetti residenti e non residenti;
  • SL, relativo ai proventi derivanti dalla partecipazione ad OICR soggetti a ritenuta a titolo di acconto;
  • SM, relativo ai proventi derivanti dalla partecipazione OICR soggetti a ritenuta a titolo d’imposta;
  • SO, relativo alle comunicazioni che devono essere effettuate dagli intermediari e dagli altri soggetti che intervengono in operazioni che possono generare plusvalenze, come ad esempio le cessioni di quote di società di capitali;
  • SP, relativo alle ritenute operate sui titoli atipici;
  • SQ, relativo ai dati dei versamenti dell’imposta sostitutiva applicata sui proventi dei titoli obbligazionari e sugli utili derivanti dalle azioni e dai titoli similari;
  • SS, relativo ai dati riassuntivi concernenti quelli riportati nei diversi quadri del modello di dichiarazione;
  • DI, relativo all’eventuale credito derivante dalle dichiarazioni oggetto di integrazione a favore;
  • ST, concernente le ritenute operate, le trattenute per assistenza fiscale, le imposte sostitutive effettuate, nonché dei relativi versamenti;
  • SV, relativo alle trattenute di addizionali comunali all’IRPEF e alle trattenute per assistenza fiscale, nonché i relativi versamenti;
  • SX, relativo al riepilogo dei crediti e delle compensazioni effettuate;
  • SY, relativo a somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi, ritenute su bonifici per avvalersi di detrazioni o deduzioni, somme corrisposte ai percipienti esteri privi di codice fiscale.
modello 770 2021

I termini e le modalità di presentazione

Come evidenziato in precedenza, il modello 770 2021 deve essere presentato entro lunedì 2 novembre 2021. Ciò a causa dello spostamento della naturale scadenza del 31 ottobre al primo giorno feriale successivo.

La dichiarazione dei sostituti d’imposta può essere presentata esclusivamente per via telematica. Ad occuparsi dell’invio può essere quindi direttamente il sostituto d’imposta o, in alternativa, un intermediario abilitato. Sono infatti abilitati all’invio dei Modelli 770:

  • i commercialisti, i ragionieri, i periti commerciali e i consulenti del lavoro;
  • gli avvocati;
  • i revisori contabili;
  • le associazioni sindacali di categoria;
  • i Caf;
  • i notai;
  • gli agronomi, gli agrotecnici, i dottori forestali e i periti agrari;
  • le Società tra professionisti iscritte all’albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili o all’albo dei Consulenti del Lavoro.

Leggi di più: Modello F24: cos’è, a cosa serve e come funziona

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più