Fatture e Corrispettivi: come consultare le fatture ricevute?

di Antonella Salzarulo
117 visualizzazioni
fatture e corrispettivi

Ecco una breve guida per consultare le fatture elettroniche ricevute mediante il portale Fatture e Corrispettivi.

Fatture e corrispettivi è un’apposita area del sito dell’Agenzia delle entrate, rivolta alle imprese e ai professionisti (soggetti titolari di partita IVA). Questo portale offre servizi per:

  • generare, trasmettere e conservare le fatture elettroniche;
  • consultare i dati delle fatture emesse e ricevute (c.d. “nuovo spesometro”);
  • trasmettere e consultare i dati delle fatture transfrontaliere emesse e ricevute (c.d. “esterometro“);
  • trasmettere e consultare i dati delle comunicazioni trimestrali di liquidazione periodica IVA;
  • trasmettere e consultare i dati dei corrispettivi.

Quindi, che tu ti avvalga oppure no, di un gestionale per la fatturazione elettronica, sappi che puoi consultare le fatture elettroniche ricevute dal portale Fatture e Corrispettivi sul sito dell’AdE. Ecco come fare!

Leggi di più: Compensi incassati dopo la chiusura della partita Iva: come dichiararli

Il servizio di consultazione fatture di “Fatture e Corrispettivi”

Prima ancora di spiegare come consultare le fatture elettroniche ricevute, è opportuno ricordare che è in scadenza il termine per aderire alla consultazione gratuita delle fatture elettroniche sul portale Fatture e Corrispettivi. L’adesione può essere effettuata dagli operatori entro il 30 Settembre 2020. L’Agenzia fino al 30 settembre infatti, memorizza la totalità dei file delle fatture elettroniche emesse e ricevute e nel periodo “transitorio” rende disponibili i file delle fatture in consultazione agli operatori.
Al termine di questo periodo, in caso di mancata adesione al servizio di consultazione sia del cedente/prestatore che del cessionario/committente l’Agenzia, dopo l’avvenuto recapito della fattura al destinatario, cancella la fattura elettronica.

Se, invece, dovesse aderire una sola delle parti, le fatture sono comunque memorizzate dall’Agenzia ma sono rese disponibili in consultazione solo alla parte che ha aderito.
Tuttavia, sarà possibile aderire anche dopo il 30 settembre 2020: in tal caso saranno visibili solo le fatture emesse/ricevute dal giorno successivo a quello dell’adesione.

Leggi di più: Come si compila una fattura: tutti gli elementi essenziali

Consultazione delle fatture elettroniche ricevute

Per consultare le fatture elettroniche ricevute ti basterà seguire questi semplici passaggi:

  • accedere al servizio Fisconline mediante le tue credenziali;
  • selezionare il portele “Fatture e Corrispettivi” da “La mia scrivania”;
  • accedere poi alla sezione “Fatture e Corrispettivi“;
  • tra i “Servizi disponibili” troverai il servizio “Consultazione” e quindi il comando “Fatture elettroniche e altri dati IVA“;
  • cliccando la voce “Fatture elettroniche ricevute” potrai indicare l’intervallo temporale di interesse ed avviare così la ricerca;
  • una volta individuata la fattura elettronica ricevuta che si intende scaricare/visualizzare, posizionarsi sull’icona blu a destra in corrispondenza della fattura desiderata ed infine cliccare su “Visualizza file fattura“.

In questo modo potrai scaricare e/o stampare il file della fattura elettronica ricevuta, fermo restando che, aderendo al servizio di consultazione (e ricordiamolo: è gratuito!) potrai visualizzare le tue fatture ricevute ogni volta che vuoi.

Leggi di più: Come fare la fattura nel Regime Forfettario 2020

Privati: come consultare le fatture elettroniche

Se il consumatore finale è un privato non vi è l’obbligo di ricevere le fatture in modalità elettronica. Tuttavia, l’esercente o il professionista è obbligato ad emettere elettronicamente la fattura e a fornirne copia cartacea al cliente persona fisica. Ovviamente, qualora il consumatore finale (persona fisica) volesse consultare la fattura in modalità elettronica, potrà farlo attraverso il servizio di consultazione delle fatture elettroniche messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, utilizzando le proprie credenziali Fisconline proprio come per i contribuenti con Partita IVA.
L’adesione alla consultazione, anche in questo caso, può essere effettuata fino al 30 settembre 2020.
I consumatori che aderiranno all’accordo entro il 30 settembre vedranno le proprie fatture ricevute emesse nei loro confronti dal 1 gennaio 2019, a meno di revoca.
Se l’adesione è successiva al 30 settembre, saranno visibili solo le fatture successive alla data di adesione.

Leggi di più: Cassetto Fiscale: come accedere al servizio

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più