Family Act approvato: ecco l’Assegno Universale per i figli

di Michele Aquilino
2731 visualizzazioni
family act approvato

La grande delusione del Decreto Rilancio è stata la mancanza del Bonus Figli. Approvato finalmente il Family Act. Annunciate in conferenza stampa le misure principali. Assegno Universale per i figli, congedo parentale e non solo.

Vede finalmente la luce il Family Act. Il grande piano per la Famiglia era stato presentato ad ottobre dalla Ministra Elena Bonetti alla Leopolda. Non a caso, forse, il primo ad annunciarlo è stato Matteo Renzi con un tweet. Il Premier Conte ha elogiato il lavoro di concerto delle Ministre Bonetti e Catalfo, con il supporto del Ministro Gualtieri. Tante misure per sostenere i genitori con più soldi e più diritti. Non solo l’Assegno Universale per i figli e i congedi parentali, ma anche incentivi al lavoro femminile. Il testo approvato delega il Governo a produrre dei decreti attuativi che specificheranno importi, condizioni e altri dettagli sulle misure previste. Scopriamo di più sul Family Act approvato dal Consiglio dei Ministri.

Leggi di più: Bonus Baby sitter e centri estivi: come presentare domanda

Assegno Universale per i figli

Una prima grande misura a sostegno delle nascite è rappresentato dall’Assegno Universale. Sarà riconosciuto, infatti, un assegno mensile dal settimo mese di gravidanza fino al compimento del 18° anno di età di ogni figlio. Questo contributo potrà essere riconosciuto con una delle seguenti modalità:

  • in denaro;
  • con un credito d’imposta.

Prevista poi una maggiorazione del 20% nei casi di:

  • figli successivi al primo;
  • figlia o figlio disabile (anche primogenito/a).

L’Assegno Universale non subisce limitazioni legate all’età nel caso di figli disabili. In tale circostanza, dunque, l’agevolazione spetterà anche oltre i 18 anni di età del figlio. Il duplice obiettivo di questa misura, quindi, è quello di incentivare le nascite ma anche di tutelare le famiglie con le situazioni di maggiore sofferenza.

L’assegno non concorre a formare il reddito complessivo, dunque non va tassato.

Leggi di più: Assegni per il nucleo familiare: gli importi 2020-2021

Fonte: Youtube – Canale Palazzo Chigi

Approvato il Family Act: potenziati i congedi parentali

Un altro punto centrale del Family Act è il congedo parentale. Il rapporto dei genitori con il lavoro diventa infatti più flessibile, con maggiore sensibilità e attenzione verso i compiti genitoriali. Vediamo in sintesi alcune delle misure più significative su questo tema:

  • congedo obbligatorio per il papà lavoratore (almeno 10 giorni nei primi mesi di vita del figlio);
  • periodo minimo di congedo per un solo genitore (non cedibile all’altro) di 2 mesi per ogni figlio;
  • permesso retribuito di almeno 5 ore all’anno per i colloqui con gli insegnanti dei figli;
  • in generale, modalità più flessibili nella gestione dei congedi.

Vale la pena di sottolineare che le misure vanno a beneficio dei genitori a prescindere dallo stato civile o di famiglia del genitore lavoratore. Apertura dunque anche verso le cosiddette coppie di fatto o unioni civili, nonché verso le coppie di genitori assolutamente prive di rapporti regolati dalla legge.

Leggi di più: Modello Contributo a Fondo Perduto: scarica il PDF ufficiale

Incentivato anche il lavoro femminile

Un’ultima grande area del disegno di legge varato dal Governo riguarda l’agevolazione alle madri lavoratrici per conciliare lavoro e maternità. Vediamo alcuni dei punti più rilevanti:

  • maggiorazione del 30% della retribuzione per le madri lavoratrici, nel periodo successivo al congedo obbligatorio, a carico dell’INPS;
  • incentivi ai datori di lavoro che introdurranno forme di lavoro flessibili;
  • agevolazioni per le madri che rimangono a casa con i figli ammalati;
  • possibilità di dedurre le spese per la baby-sitter, in base all’ISEE;
  • maggior ricorso allo smartworking per genitori di figli fino ai 14 anni.

Leggi di più: ISEE: di cosa si tratta e come si calcola

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più