Ecobonus Auto 2022 fino a 7500 euro: il via il 2 novembre

di Michele Aquilino
Ecobonus Auto 2022

Tornano gli incentivi all’acquisto di auto ecologiche. Bonus molto significativi, addirittura fino a 7.500 euro. Tutto ciò che c’è da sapere per non perdere questa opportunità.

Ci ha pensato la Circolare n. 587 del 19 ottobre 2022 del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) a presentare i dettagli del nuovo Ecobonus Auto 2022. Si tratta di un’occasione molto interessante per chi vuole cambiare auto, puntando su una migliore efficienza. Incentivo su cui è anche lo Stato a puntare molto, nell’ottica del tema attualissimo della sostenibilità ambientale.

In particolare, il DPCM del 4 agosto 2022 – pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 4 ottobre – ha modificato quanto previsto nel DPCM del 6 aprile 2022. Vediamo allora – sulla base degli ultimi chiarimenti – in che modo è possibile ottenere l’incentivo, come calcolarne l’importo e a chi spetta.

Leggi di più: 730/2022: come evitare la sanzione dopo il 30 settembre

Ecobonus Auto 2022: tutte le agevolazioni previste

L’Ecobonus Auto 2022 avrà misure e massimali differenti a seconda del tipo di acquirente. In tal senso, infatti, vi è una diversificazione fra la categoria generale di acquirenti e le persone giuridiche che svolgono attività di noleggio. Vediamo i dettagli.

Ecobonus Auto 2022: l’incentivo generale

Nella sua eccezione più ampia e generale, la misura prevista per l’incentivo è:

  • fino a un massimo di 7.500 euro di contributi con rottamazione (4.500 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;
  • fino a un massimo di 6.000 euro di contributi con rottamazione (3.000 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/km CO2 con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 45.000 euro IVA esclusa.

Ecobonus Auto 2022: l’incentivo per le società che svolgono attività di noleggio

Per le persone giuridiche che svolgono attività di noleggio con finalità commerciali, la misura prevista per l’incentivo è:

  • fino a un massimo di 2.500 euro di contributi con rottamazione (1.500 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/km CO2 con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;
  • fino a un massimo di 2.000 euro di contributi con rottamazione (1.000 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 45.000 euro IVA esclusa.

Attenzione: per entrambe le categorie di beneficiari, è espressamente previsto che la proprietà dei veicoli sia mantenuta per almeno 12 mesi.

Leggi di più: Guida Bonus Ristrutturazioni: ecco la versione aggiornata

Ecobonus Auto 2022

Come fare domanda: si parte il 2 novembre

Come già accennato, sarà possibile richiedere gli incentivi a partire dal 2 novembre 2022. Ma cosa bisogna fare per richiedere l’Ecobonus Auto 2022? Ecco di seguito le procedure previste.

Acquisti effettuati da persone fisiche

È necessario presentare una dichiarazione sostitutiva (Allegato A) resa dall’acquirente attestante che il valore dell’ISEE relativo al nucleo familiare di cui fa parte è inferiore a 30.000 euro. Tale dichiarazione attesta inoltre che i componenti dello stesso nucleo familiare non hanno già fruito del medesimo contributo e deve essere corredata da:

  • copia del documento di identità e del codice fiscale dell’acquirente e degli altri componenti del nucleo familiare;
  • apposita dichiarazione di presa d’atto del mantenimento della proprietà (Allegato B) del veicolo acquistato per almeno 12 mesi.

Acquisti effettuati da persone giuridiche

In questo caso è richiesta la presentazione di una dichiarazione sostitutiva che attesti l’impiego del veicolo acquistato in attività di autonoleggio con finalità commerciali diverse dal car sharing, corredata da:

  • copia del documento di identità dell’acquirente;
  • contestuale dichiarazione di presa d’atto del mantenimento di tale impiego nonché della proprietà del veicolo stesso in capo al soggetto beneficiario del contributo per almeno 12 mesi (Allegato C).

Come completare la procedura

In entrambi i casi, i moduli richiesti – una volta compilati e firmati dall’acquirente – saranno caricati dal venditore sull’apposita piattaforma. Sempre il venditore è tenuto a confermare le operazioni – quindi la conclusione della vendita – entro 270 giorni dalla data di apertura della prenotazione.

Leggi di più: Bonus 150 euro dipendenti: erogazione a novembre

Scarica la modulistica prevista dal Ministero

Ecco di seguito tutta la documentazione necessaria per richiedere l’Ecobonus Auto 2022:

Leggi di più: Assegno unico e detrazioni per familiari a carico

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più