Consultazione fatture elettroniche: proroga a febbraio 2021

di Antonella Salzarulo
250 visualizzazioni
consultazione fatture elettroniche

Inizialmente fissato al 30 Settembre 2020, il termine per aderire al servizio di consultazione delle Fatture elettroniche sul portale “Fatture e Corrispettivi” dell’Agenzia delle Entrate slitta al 28 febbraio 2021.

L’Agenzia delle Entrate ha prorogato al 28 febbraio 2021 il termine per l’adesione al servizio di consultazione delle Fatture elettroniche. La scadenza, già rinviata diverse volte, era fissata al 30 settembre 2020. A stabilirlo è il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 311557 del 23 settembre 2020. Le cause del rinvio vanno ricercate nei ritardi legati alla situazione emergenziale causata dal Covid-19. Scopriamo quindi cosa comporta l’adesione alla consultazione delle fatture elettroniche e cosa accade in caso di adesione successiva al 28 febbraio 2021.

Consultazione Fatture elettroniche: il servizio

Il servizio di consultazione delle Fatture elettroniche presente sul Portale Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate è rivolto:

  • agli operatori IVA, che possono consultare sia le fatture elettroniche emesse che quelle ricevute;
  • agli intermediari delegati dagli stessi operatori IVA, che possono consultare le fatture emesse e ricevute;
  • ai consumatori finali, che possono visionare le fatture elettroniche ricevute.

Leggi di più: Fatture e Corrispettivi: come consultare le fatture ricevute?

Proroga al 28 febbraio 2021

Ricordiamo che il D.L. n. 124/2019 ha disposto che i dati contenuti nelle fatture possano essere utilizzati da:

  • la Guardia di Finanza, nell’assolvimento delle funzioni di polizia economica e finanziaria;
  • l’Agenzia delle Entrate (e dalla stessa Guardia di Finanza) per le attività di analisi del rischio e di controllo a fini fiscali.

Lo stesso decreto ha stabilito che l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza, sentito il Garante per la protezione dei dati personali, debbano adottare idonee misure di garanzia a tutela dei diritti e delle libertà degli interessati mediante la previsione di apposite misure di sicurezza. Anche in considerazione della situazione emergenziale genarata dal Covid-19, che ha comportato un rallentamento delle attività di implementazione tecnica e amministrativa per attuare le nuove norme, l’AdE ha disposto una ulteriore proroga al 28 febbraio 2021 per l’adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche e dei loro duplicati informatici.

Mancata adesione al servizio di consultazione entro il 28 febbraio 2021

La mancata adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle Fatture elettroniche entro il 28 febbraio 2021 comporta la cancellazione dei file memorizzati.
Ovviamente, sarà possibile aderire al servizio anche successivamente, ma in tal caso saranno visibili solo le fatture emesse e ricevute dal giorno successivo a quando l’adesione è stata effettuata. Invece, in caso di recesso dal servizio, le fatture emesse e ricevute non saranno più consultabili dal giorno successivo.

Leggi di più: Cassetto Fiscale: come accedere al servizio

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più