Bonus 200 euro Inps: come fare la domanda online

di Francesco Aquilino
Bonus 200 euro Inps

L’erogazione del bonus non è automatica per tutte le categorie di lavoratori. Scopri quali soggetti possono ottenere il Bonus 200 euro dall’Inps a fronte di apposita richiesta. Nell’articolo tutte le indicazioni per presentare la domanda online

Se cerchi una guida pratica per capire come ottenere il Bonus 200 euro riconosciuto dall’Inps, questo è l’articolo che fa per te. Sono tanti i lavoratori che hanno già ottenuto il Bonus di 200 euro introdotto dal Decreto Aiuti, ormai convertito in legge. L’erogazione automatica è prevista per:

  • lavoratori dipendenti;
  • titolari di pensione;
  • percettori di assegni ordinari di invalidità;
  • titolari di Naspi e Dic-Coll;
  • beneficiari di disoccupazione agricola;
  • percettori dell’indennità Covid-19 varata dai decreti Sostegni e Sostegni bis;
  • beneficiari del Reddito di Cittadinanza.

Resta ferma la necessità di rispettare i requisiti previsti dal Decreto Aiuti (consulta l’articolo dedicato).

Leggi di più: Bonus 200 euro: ecco a chi spetta e come ottenerlo

Oltre a questi, vi sono lavoratori appartenenti a categorie diverse per cui è previsto l’invio di un’apposita domanda. Scopriamo dunque quali sono questi soggetti. Analizziamo, quindi, scadenza e modalità di presentazione della domanda.

Chi deve presentare la domanda di accesso al Bonus 200 euro Inps?

Dovranno presentare domanda all’Inps i lavoratori:

  • titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, iscritti alla Gestione Separata e con un contratto attivo alla data del 18 maggio 2022 e reddito derivante dai suddetti rapporti non superiore a 35.000 euro per il 2021;
  • stagionali, a tempo determinato e intermittenti con 50 giornate di lavoro effettivo nel 2021, da cui deriva un reddito non superiore a 35.000 euro. Nella platea dei destinatari sono ricompresi anche i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo;
  • iscritti al Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo con 50 contributi giornalieri nel 2021, da cui deriva un reddito non superiore a 35.000 euro;
  • autonomi occasionali privi di partita IVA, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, già titolari nel 2021 di contratti disciplinati dall’articolo 2222 del Codice Civile, iscritti alla Gestione Separata alla data del 18 maggio 2022, che abbiano versato almeno un contributo mensile nel corso del 2021;
  • incaricati alle vendite a domicilio, titolari di partita IVA attiva e iscritti alla Gestione Separata alla data del 18 maggio 2022, che possano far valere per il 2021 un reddito superiore a 5.000 euro derivante da tale attività.

Particolarità per stagionali e co.co.co.

Se i lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti, nonché i lavoratori dipendenti iscritti al Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo, sono destinatari dell’indennità di 200 euro in quanto titolari di un rapporto di lavoro subordinato in essere nel mese di luglio 2022 non dovranno inoltrare domanda. In questo caso infatti, essendo titolari di rapporto di lavoro subordinato nel mese di luglio 2022, potranno percepire il bonus direttamente dal datore di lavoro

Inoltre, i collaboratori coordinati e continuativi, i lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti, i lavoratori iscritti al Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo, i lavoratori autonomi occasionali e i lavoratori incaricati alle vendite a domicilio devono inoltrare domanda per la concessione del bonus solamente qualora non accedano all’indennità di 200 euro in quanto già beneficiari delle indennità Covid-19, ovvero in quanto titolari delle prestazioni NASpI e DIS-COLL nel mese di giugno 2022.

Bonus 200 euro Inps: scadenza e modalità di presentazione della domanda

La domanda d’accesso al Bonus 200 euro Inps può essere presentata dai lavoratori interessati fino al 31 ottobre 2022.

La domanda può essere presentata tramite il sito www.inps.it. Dalla home page bisogna cliccare in alto a destra su “Entra in My Inps“. A questo punto bisogna quindi accreditarsi con una delle seguenti modalità:

  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).
Bonus 200 euro Inps

Effettuato l’accesso, bisogna seguire il percorso “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”. Di seguito si deve selezionare la categoria di appartenenza per la quale si intende presentare domanda. A questo punto è possibile compilare la domanda seguendo la procedura guidata. Nella compilazione si deve quindi scegliere la modalità di pagamento tra:

  • accredito su Iban;
  • bonifico domiciliato presso Ufficio Postale.

Nel primo caso si può esprimere una preferenza tra bonifico su conto corrente, accredito su carta ricaricabile e accredito su libretto postale. Indicate le preferenze per il pagamento, è finalmente possibile cliccare su “Presenta domanda

In alternativa al portale web, le indennità possono essere richieste tramite il servizio di Contact Center, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuito) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).

Per coloro che non sono in possesso di nessuna delle anzidette credenziali, è possibile presentare domanda attraverso gli Istituti di Patronato, utilizzando i servizi offerti dagli stessi.

Leggi di più: Attività occasionali nella dichiarazione 2022: come indicarle

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più