Corrispettivi elettronici: l’adeguamento slitta al 1° ottobre

di Antonella Salzarulo
corrispettivi elettronici

Slitta al 1 ottobre 2021 l’avvio dell’utilizzo esclusivo del nuovo tracciato elettronico dei dati dei corrispettivi giornalieri. Obbligo di adeguamento dei registratori telematici prorogato.

Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate è intervenuto con il Provvedimento n. 83884 del 30 marzo 2021 in materia di corrispettivi elettronici. In particolare vengono ulteriormente prorogati i termini relativi alla disciplina della memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri. 

Leggi di più: Decreto Sostegni in Gazzetta Ufficiale: scarica il PDF

La proroga

Nello specifico, slitta dal 1 aprile al 1 ottobre 2021:

  • la data dell’utilizzo esclusivo del nuovo tracciato telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri “TIPI DATI PER I CORRISPETTIVI – versione 7.0 – giugno 2020”;
  • l’adeguamento dei Registratori telematici

Al contempo vengono adeguati al 30 settembre 2021 anche i termini entro i quali i produttori possono dichiarare la conformità alle specifiche tecniche di un modello già approvato dall’Agenzia delle entrate. 

Leggi di più: Contributo a fondo perduto DL Sostegni: come fare domanda

Motivazioni

Le difficoltà conseguenti al perdurare della situazione emergenziale dovuta alla diffusione del virus Covid-19, hanno rallentato anche i contribuenti che entro il 1 aprile avrebbero dovuto adeguare i registratori telematici e adattarsi alle nuove specifiche tecniche in materia di memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi elettronici. Lo stesso Decreto Sostegni ha infatti prorogato i termini entro cui l’Agenzia delle Entrate deve mettere a disposizione dei soggetti passivi dell’IVA le bozze dei registri, delle comunicazioni di liquidazioni periodiche e della dichiarazione IVA. Motivo per cui slitta dal 1° aprile 2021 al 1° ottobre 2021 la data di avvio dell’utilizzo esclusivo del nuovo tracciato telematico dei dati dei corrispettivi elettronici giornalieri.

Corrispettivi elettronici: come fare senza registratore telematico

Attualmente la trasmissione dei corrispettivi elettronici può essere effettuata attraverso:

  • l’acquisto di un registratore telematico;
  • l’adeguamento di un registratore di cassa già esistente;
  • la funzione transitoriaCorrispettivi per esercenti non in possesso di RT (soluzione transitoria)” presente sul portale Fatture e Corrispettivi.

Leggi di più: Indennità Decreto Sostegni: chi ne ha diritto

Articoli Correlati

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Leggi di più